Alcune curiosità su Anzio

Le origini di Anzio risalgono all’epoca dei Volsci e in seguito divenne uno dei luoghi di villeggiatura preferiti dagli antichi romani. Cicerone vi riorganizzò la sua biblioteca dopo l’esilio, ed ad “Antium” nacquero gli imperatori Caligola e Nerone. Quest’ultimo vi costruì la sua dimora estiva. Ancora oggi, alle Grotte di Nerone, a due passi dal Grand Hotel dei Cesari, si possono vedere i resti della villa dell’imperatore.

Anzio fu anche teatro dello sbarco alleato alla fine della Seconda Guerra Mondiale, nel 1944. A ricordo di questo avvenimento storico, che tanto contribuì alla liberazione di Roma, è possibile visitare il Museo dello Sbarco di Anzio (vicino la Stazione dei Treni e il Grand Hotel dei Cesari). Mentre, i soldati alleati e quelli tedeschi caduti in battaglia, sono ancora oggi sepolti nei rispettivi cimiteri della città.

Oggi, Anzio continua ad essere uno dei luoghi del litorale laziale preferiti dai romani. Una graziosa cittadina di 50 mila abitanti affacciata sul mare, il porto e tanti km di spiaggia, divisi tra la riviera di Ponente e quella di Levante, verso Nettuno.

ANTIUM
Anticamente Anzio era conosciuta come “Antium” e comprendeva anche il territorio di Nettuno. Altra ridente cittadina della costa tirrena del Lazio con un delizioso borgo medievale.

Contattaci